Come per tutto il mondo del fuoristrada, anche per noi oggi è un giorno triste nel quale ricordiamo commossi Nanni Tamiatto.

15 Lug 2020

Come per tutto il mondo del fuoristrada, anche per noi oggi è un giorno triste nel quale ricordiamo commossi Nanni Tamiatto.

Già, perché Nanni farà sempre parte della nostra storia. Fu uno dei primi, se non il primo, rappresentante di HM e contribuì come pochi altri alla costruzione di una rete vendita che ancor oggi costituisce un esempio di come promuovere capillarmente il fuoristrada.

Nanni non conosceva soste ed era sempre proiettato al futuro anche se ad ogni incontro ci rammentava un passato che oggi sembra purtroppo ancor più lontano.

Nanni era un entusiasta nelle cui vene probabilmente scorreva una buona quantità di olio motore e forse anche un po’ di fango, tanto era coinvolto nel suo lavoro che poi, in definitiva, era la sua passione.

Oggi lo ricordiamo così, con il sorriso sornione, vestito come se dovesse partire per lungo viaggio ovviamente su due ruote, perché ieri per questo lungo viaggio con destinazione ignota lui è partito veramente, lasciando noi, qui sotto, a cercare di intravvedere una pista da cross sbucare tra le nuvole e la sua mano a salutarci per un’ultima volta.